Note legali e Copyright
Tutti i contenuti disponibili sul sito WWW.THETRAVELJAM.COM possono essere pubblicati su siti terzi solo ed esclusivamente previa autorizzazione da richiedersi a mikyekiro@thetraveljam.com, con la condizione che in caso di accettazione venga indicato l'autore come appare sul presente sito, e si faccia espressamente riferimento a WWW.THETRAVELJAM.COM come fonte. Qualsiasi violazione del diritto d'autore sarà perseguita ai sensi di legge, sia in sede penale che civile.
 

Vacanza estiva in Abruzzo

S

e vi trovate a fare una vacanza estiva in Abruzzo potrete ammirare aspri borghi di pietra racchiusi tra i massicci, eremi incastonati nella roccia, brulli altopiani dove greggi di pecore, mandrie di cavalli e cani pastore pascolano in libertà sovrastati dall’imponente Gran Sasso e dai monti circostanti, gustare vini corposi e arrosticini (n.d.r. spiedini di pecora, prelibatezza locale) in locande dove il tempo sembra essersi fermato, e percorrere strade deserte dai paesaggi mozzafiato fino all’Adriatico dove a sorpresa si apre una costa selvaggia e frastagliata.

Vacanza estiva in Abruzzo

L’Abruzzo è una mèta che non lascia indifferenti. Nel cuore dell’Italia, in gran parte occupata dagli Appennini, è una delle regioni meno popolate e forse meno conosciute della nostra Penisola, una terra fredda, difficile ma comunque affascinante che conserva gelosamente le proprie tradizioni e il suo importante patrimonio naturalistico. I due grandi parchi, quello del Gran Sasso e dei Monti della Laga e quello della Majella (ma soprattutto il primo), sono il vero simbolo della natura incontaminata.

Vacanza estiva in Abruzzo

Per assaporare al meglio le montagne dell’Abruzzo bisogna innanzitutto tenere conto che si tratta di uno dei luoghi più impervi d’Italia. Perciò, salvo godersi in inverno località sciistiche come Campo Imperatore, Ovindoli o Roccaraso, le stagioni migliori per visitarlo sono sicuramente la primavera e l’estate quando, anche ad agosto, la temperatura spesso scende sotto i 15 gradi e il massiccio del Gran Sasso è quasi perennemente avvolto nelle nuvole.

Vacanza estiva in Abruzzo

Proprio per questo il primo consiglio che vi diamo è di dare un’occhiata alle previsioni meteo prima di avventurarsi da queste parti. Anche perché pur non essendoci chissà quante strutture ricettive, un posto lo si trova sempre.

Vacanza estiva in Abruzzo

Ed è questo uno degli aspetti che ci ha sorpresi di più, ossia trovare così pochi visitatori, oltretutto in pieno agosto, in posti tanto affascinanti e suggestivi, come nei due parchi nazionali che sono dei veri paradisi per motociclisti – che qui si vedono a centinaia -, ciclisti e amanti del trekking ad alta quota.

Vacanza estiva in Abruzzo

Dopo esserci informati on line ed esserci fatti un’idea del territorio abbiamo optato per un hotel ad Assergi o più precisamente a Fonte Cerreto, un piccolo centro da veri montanari ai piedi della partenza della Funivia del Gran Sasso d’Italia.

Vacanza estiva in Abruzzo

Abbiamo alloggiato per due notti all’Hotel Fiordigigli dove siamo stati molto bene. Una struttura senza pretese, ma perfettamente integrata nello spirito del posto, con personale gentilissimo e sempre a disposizione.

Un’alternativa eccellente, ma un po’ decentrata per il giro che avremmo voluto fare è l’Albergo Diffuso Sextantio nel borgo di Santo Stefano di Sessanio. Molto suggestivo, ma sarà per la prossima volta!

Vacanza estiva in Abruzzo

Prima dell’arrivo, ci siamo fermati anche a L’Aquila, la città che nel 2009 subì uno dei più devastanti terremoti nella storia dell’Italia, e che già alla vista delle decine di GRU che sovrastavano il centro storico (la c.d. Zona Rossa) impressiona per l’imponenza dei danni.

Vacanza estiva in Abruzzo

L’impatto è stato scioccante: per quanto se ne senta parlare, vedere coi propri occhi l’abbandono, le strade deserte, gli antichi palazzi avvolti nelle morse delle impalcature, gli interni delle case con ancora tutto il mobilio da quella tragica notte, fa capire la portata di questa devastazione che ha reso l’intero cento urbano una vera e propria città fantasma.

E per finire questa malinconica descrizione, c’è da aggiungere che anche i borghi che abbiamo visitato portano ancora i pesanti segni del terremoto, come testimonianza che anche una terra così forte e rude può essere colpita al cuore.

Vacanza estiva in Abruzzo

Per la nostra prima vacanza estiva in Abruzzo abbiamo optato per tre giorni pieni – un pernottamento di due notti -, anche se vivendo a Roma abbiamo già messo in conto che ci torneremo spesso.

Vacanza estiva in Abruzzo

A posteriori possiamo dire che il vero Abruzzo, ossia quello che da sempre rispecchia il nostro immaginario e che poi ha appagato appieno i nostri sensi e ci è rimasto nel cuore è sicuramente il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga. Un luogo che ha qualcosa di speciale, di magico, a tratti persino mistico, il cui cuore è Campo Imperatore e naturalmente il massiccio del Gran Sasso (2912 metri, il picco più alto degli Appennini).

Vacanza estiva in Abruzzo

Pur trovandoci a pochi metri dalla partenza della Funivia per Campo Imperatore, ci è stato consigliato di arrivare su in macchina prendendo la strada che da Fonte Cerreto porta fino all’altopiano e devo dire che non ce ne siamo pentiti. Il paesaggio è davvero straordinario: distese di prati e colli lisci e brulli, pascoli naturali per ogni erbivoro (e qui c’è ne sono tanti, tutti allevati secondo il criterio della ecosostenibilità).

Vacanza estiva in Abruzzo

La strada sale dolcemente e incrociamo gruppi di centauri e ciclisti che si godono gli ampi tornanti e i panoramici rettilinei che portano lassù, sul magnifico altopiano chiamato da molti il Piccolo Tibet.

Vacanza estiva in Abruzzo

A noi ha anche ricordato i parchi degli Stati Uniti occidentali, con quella indescrivibile sensazione di libertà e spazi infiniti. E forse non è un caso visto che proprio qui, sull’altopiano del Gran Sasso, sono stati girati molti dei celebri spaghetti-western, quelli di Sergio Leone e di Bud Spencer e Terence Hill.

Vacanza estiva in Abruzzo

In circa 1/2 ora di macchina si arriva a Campo Imperatore, luogo diventato celebre per essere stato alla fine della Seconda Guerra Mondiale la prigione di Benito Mussolini e successivamente teatro della sua rocambolesca liberazione. Oggi si possono vistare le stanze nel complesso dove era trattenuto (attualmente trasformato in albergo) e, considerati i gadget in vendita, sembra che gli abruzzesi vadano abbastanza fieri di aver “ospitato” il Duce, ma si sa… il business è business!

Vacanza estiva in Abruzzo

Da lì si sale, con una passeggiata ripida ma relativamente breve – circa 40 minuti – al Rifugio Duca degli Abruzzi, da dove si apre un panorama mozzafiato (nuvole permettendo) sull’intero altopiano, sull’Aquila e sul parco della Majella. Non si può non fare una pausa pranzo e gustare le deliziose zuppe o la polenta con capriolo.

Vacanza estiva in Abruzzo

Dal Duca degli Abruzzi partono anche le ascese al Gran Sasso, tra cui – per i meno esperti – la cosiddetta Via Normale, mentre per gli scalatori ci sono anche varie vie ferrate e percorsi di scalata attrezzati sul Corno Grande e sul Corno Piccolo. Dalla parte opposta, invece, si trova il Ghiacciaio del Calderone che è il più meridionale del continente europeo.

Vacanza estiva in Abruzzo

Dopo esserci goduti questi magici posti, ci siamo diretti verso l’altro versante dell’altopiano sempre accompagnati dagli sguardi languidi e sonnacchiosi di cavalli e mucche.

Vacanza estiva in Abruzzo

Percorrendo l’altopiano in direzione Castel del Monte, si arriva al Rifugio Mucciante, sosta più che obbligatoria anche per chi ha già pranzato. Affollatissimo e con un panorama a 360 gradi, il rifugio offre arrosticini, salsicce e vari tipi di carni, che si acquistano ancora crudi (oltre a qualche bottiglia di buon Montepulciano d’Abruzzo) per poi cucinarli sul piazzale dove sono posizionate una decina di griglie strette e lunghe… fatto che incrementa a dismisura il sapore godereccio dell’esperienza. Da non perdere (ma sappiate che chiude alle 20)!

Vacanza estiva in Abruzzo

Dal Rifugio Mucciante si prosegue con qualche tornante fino a Castel del Monte, annoverato tra i borghi più belli d’Italia e che sicuramente rispecchia non solo l’architettura e le tradizioni ma anche lo spirito autentico dell’Abruzzo.

Vacanza estiva in Abruzzo

Anche qua purtroppo i segni del terremoto sono ben visibili e con questi anche i numerosi manovali che lavorano alla ricostruzione… Speriamo facciano in fretta!

Vacanza estiva in Abruzzo

A pochi chilometri da lì si raggiunge il luogo che più ci ha colpito: Rocca Calascio (che vedete anche nell’immagine di copertina di questo articolo). Bisogna arrivarci rigorosamente nel pomeriggio, qualche ora prima del tramonto. Dal borghetto medievale di Calascio si può raggiungere la Rocca a piedi o con una comoda navetta (in servizio fino alle ore 18) che porta alla base di questa. Da qui in pochi minuti si raggiunge l’Oratorio di Santa Maria, una chiesa che mai ti aspetteresti in un luogo così solitario e surreale ai piedi del castello, contornata da un paesaggio suggestivo e quasi mistico.

Vacanza estiva in Abruzzo

Poco sopra c’è appunto la Rocca o, meglio, le rovine di quella che è stata una Torre di avvistamento costruita nell’anno 1000 e trasformata qualche secolo più tardi in una vera fortificazione che domina il circondario fino a perdita d’occhio.

Vacanza estiva in Abruzzo

Rocca Calascio e dintorni si sono guadagnati a pieno titolo la fama di uno dei migliori set cinematografici naturali, tanto da aver conquistato anche produzioni importanti come Ladyhawke, il Nome della Rosa e The American.

Vacanza estiva in Abruzzo

Il tramonto visto dalla Rocca è magnifico e non lo potete assolutamente perdere. Ma qualche minuti prima del calar del sole vi conviene incamminarvi sulla strada del ritorno. A quest’ora la navetta non c’è più e quindi tocca farsela a piedi in circa 40 minuti.

Una volta tornati alla macchina si può raggiungere il secondo celebre borgo della zona, quello di Santo Stefano di Sessanio perfetto per l’ora di cena.

Vacanza estiva in Abruzzo

Chiedendo a delle persone del luogo ci è stato detto che in qualsiasi ristorante del paese ci fossimo trovati avremmo mangiato bene e quindi siamo andati alla cieca. Così girovagando per i vicoli siamo capitati al Cantinone, un’antica locanda talmente autentica da far sentire gli ospiti dei veri viaggiatori nel tempo.

Vacanza estiva in Abruzzo

Il grande camino, le pareti annerite dal fumo, il cibo… crostini con lardo, formaggi e marmellata, patate cotte nella cenere, vino rosso della zona, il tutto avvolto in un’atmosfera da farci sentire in altra epoca.

Vacanza estiva in Abruzzo

Il giorno successivo, vale la pena una visita alle Grotte di Stiffe, sempre in zona. I biglietti si acquistano nel paesino sottostante e si entra ogni ora in gruppi. Tenete presente che la temperatura all’interno delle grotte è di circa 10 gradi anche se l’alta umidità non fa sentire chissà quanto freddo.

Vacanza estiva in Abruzzo

Sempre da Assergi, ma in direzione opposta rispetto a Campo Imperatore, si prosegue all’interno del Parco del Gran Sasso, verso il Lago di Campotosto, il lago artificiale più grande d’Europa, anche questo caratterizzato da spazi immensi e paesaggi mozzafiato.

Vacanza estiva in Abruzzo

Per completare l’esplorazione delle zone più belle dell’Abruzzo non si può mancare il Parco della Majella, ma prima di questo se avete tempo a disposizione e la voglia di di abbandonare per un po’ la montagna è possibile fare una deviazione spingendosi fino al mare, in provincia di Chieti, dove si trova la famosa Costa dei Trabocchi. Miky non era pienamente convita (… per usare un eufemismo) e forse aveva anche ragione. Lasciare la montagna e i suoi altipiani per un’escursione termica di 15 gradi e un tuffo in un paesaggio completamente diverso non è stata una grande idea.

Vacanza estiva in Abruzzo

I trabocchi sono le particolari palafitte costruite sul mare, con delle grandi reti per pescare. Oggi alcuni sono rimasti come un tempo, altri sono stati restaurati ed adibiti a ristoranti. Cercarli è quasi una caccia al tesoro ma farsi una passeggiata lungo la costa e un pranzo a base di pesce fresco merita davvero.

Vacanza estiva in Abruzzo

Lungo la strada dal Parco Nazionale del Gran Sasso verso Chieti si trova anche l’Eremo di San Bartolomeo in Legio, l’eremo più noto della zona, letteralmente scavato nella roccia. Mistico e adatto a ritiri spirituali.

Vacanza estiva in Abruzzo

Infine, con grandi aspettative, dopo essere stati rapiti dai paesaggi di Campo Imperatore e dell’intero parco del Gran Sasso, abbiamo attraversato il Parco della Majella, per poi dirigerci al decantato Lago di Scanno.

Una nota positiva è il paesino di Anversa degli Abruzzi, davvero suggestivo e inaspettato (visto che non lo avevamo mai sentito nominare). Da qui la strada si fa più tortuosa, con gallerie scavate nella roccia attraversata da profonde gole e paesaggi molto diversi dall’altro Parco.

Vacanza estiva in Abruzzo

Da Anversa degli Abruzzi si percorrono le spettacolari Gole del Sagittario, un’area naturalistica protetta, come ben evidenziato anche dai cartelli che avvisano della possibilità di attraversamento di orsi.

Vacanza estiva in Abruzzo

Purtroppo non abbiamo visto né orsi né altri animali, ma in ogni caso percorrere questa strada, come quasi tutte le altre dei parchi, è stata una piacevole esperienza.

Così, abbiamo raggiunto il Lago di Scanno. Una delusione, forse perché le aspettative erano diverse e sicuramente superiori a quanto ci siamo trovati davanti.

Vacanza estiva in Abruzzo

Il lago è carino ma nulla di più, con qualche stabilimento balneare dotato di pedalò e pattini, un albergo, un agriturismo, tutto un po’ sottotono e apparentemente noioso. Considerato che dopo una breve sosta ce ne siamo andati non sappiamo se la sera il lago si trasforma in una specie di Ibiza d’Abruzzo, ma ne dubitiamo. Bella la Chiesa della Madonna stretta tra la roccia e l’acqua.

Vacanza estiva in Abruzzo

Sulla strada del ritorno ci siamo fermati ad ammirare l’Eremo di San Domenico sull’omonimo lago.

Una volta tornati a Fonte Cerreto i ragazzi si sono precipitati nel nuovissimo Gran Sasso Adventure Park per qualche ora da passare tra arrampicate, moschettoni e carrucole.

Vacanza estiva in Abruzzo

Affamati, stanchi e contenti di aver scoperto questi posti tanto vicini quanto sconosciuti, ci serviva un cena come si deve. Abbiamo scelto il Rifugio Mandolò proprio sopra il nostro albergo che non ci ha delusi: tra ottimo cibo locale e vista sui monti è stato davvero piacevole mangiare all’aperto con appena 18°.

Vacanza estiva in Abruzzo

Riassumendo, avendo girato mezzo mondo e forse di più, non ci eravamo accorti di un posto veramente bello e così vicino a noi (siamo romani, ma visto che sta proprio al centro dell’Italia è facilmente raggiungibile da molte città), adatto tanto per un weekend che per un’intera vacanza, tanto per una fuga a due che in famiglia.

Vacanza estiva in Abruzzo

Ritagliarsi qualche giorno per una vacanza estiva in Abruzzo è stata un’idea vincente. Ci siamo sentiti a casa e abbiamo assaggiato il vero Abruzzo, quello da vedere e assaporare almeno una volta ma che sicuramente ci incontrerà di nuovo.

Buon viaggio!

Mappa del nostro viaggio in Abruzzo