Note legali e Copyright
Tutti i contenuti disponibili sul sito WWW.THETRAVELJAM.COM possono essere pubblicati su siti terzi solo ed esclusivamente previa autorizzazione da richiedersi a mikyekiro@thetraveljam.com, con la condizione che in caso di accettazione venga indicato l'autore come appare sul presente sito, e si faccia espressamente riferimento a WWW.THETRAVELJAM.COM come fonte. Qualsiasi violazione del diritto d'autore sarà perseguita ai sensi di legge, sia in sede penale che civile.
 
Ale e Viky

Sopravvivere a una vacanza con bambini. Vi spieghiamo come fare!

  |   Consigli di viaggio, Travel, Viky e Alex   |   No comment

Sempre incerti se partire coi bambini o meno? Terrorizzati da quale destinazione scegliere? Vi siete sempre divisi fra mare e montagna perchè ogni atra meta vi sembra impossibile?

Ecco qualche piccolo grande consiglio su come sopravvivere a una vacanza con bambini anche se dall’altra parte del mondo!

 

1. L’atteggiamento è quello che conta

Troppo spesso ci capita di sentire amici e conoscenti che rinunciano a viaggiare perché i figli sono troppo piccoli. Sono convinti che il viaggio sarebbe irrimediabilmente rovinato da capricci, stanchezza e dalla noia dei piccoletti.
Personalmente pensiamo che tutto ciò sia totalmente sbagliato! È innanzitutto una questione di atteggiamento. I bambini hanno la capacità di entusiasmarsi per cose che non potreste mai immaginare. Sin dall’organizzazione del viaggio coinvolgeteli, spiegategli dove li state portando e cosa andranno a vedere. Così crescerà l’entusiasmo che vi accompagnerà per gran parte del viaggio e magari anche fino alla fine se sarete bravi e seguirete tutti i nostri consigli.
sopravvivere a una vacanza con bambini

2. Meglio l’appartamento dell’hotel

Una delle regole principali per far sì che anche in vacanza ci si senta un po’ a casa è quello di preferire l’appartamento al posto dell’albergo. I benefici sono molteplici: prima di tutto, se avete più di un figlio, l’appartamento è spesso più economico. Secondo, vi permetterà di rilassarvi quando, dopo aver girato tutto il giorno, avrete voglia solo di mangiare un boccone e andare a dormire. Terzo, anche se l’albergo per i bambini ha sempre il suo fascino, i maggiori spazi di un appartamento gli daranno la possibilità di giocare e svagarsi molto meglio che una stanza anche del più lussuoso hotel.
DSC00804

3. Più il viaggio sarà vario meno sarà noioso

Nella scelta della vacanza, e nell’organizzazione del viaggio, bisogna fare molta attenzione a scegliere l’itinerario giusto. L’unico modo per scongiurare la noia è quello di tenere sempre alto l’entusiasmo e più li “rimbambirete” con spostamenti, cose da vedere e attrazioni da visitare, meglio sarà. Bando alla noia… Ma senza esagerare! Non dovrete sfiancarli altrimenti avrete debellato la noia, ma vi sarete fatti sconfiggere dalla stanchezza e alla fine il risultato sarà lo stesso: capricci e vacanza rovinata!

4. Mettete alla fine del viaggio un premio

Un altro modo per mantenere alto l’entusiasmo, farli obbedire come soldatini quando si tratterà di visitare qualche luogo meno emozionante per loro e scongiurare qualche piccola o grande grana sempre di treno l’angolo è tenersi un jolly da giocare alla fine del viaggio. Alcuni potrebbero vederlo come un mero “ricatto” ma vi assicuro che sarà un vero e proprio asso nella manica. Tanto per fare un esempio: se visiterete Parigi e la Valle della Loira, tenetevi alla fine la visita a Disneyland Paris e non giocatevela subito all’inizio!
IMG_0141

5. Coinvolgeteli

Non decidete tutto voi! Se nella fase organizzativa dovrete essere voi gli unici registi, in corso d’opera è giusto accontentarli portandoli a mangiare in un fast food, o a svagarsi per qualche ora in piscina o in qualunque attrazione che in fondo vi farà tornare bambini e non disprezzerete affatto. Dategli anche una macchina fotografica dicendogli che potranno raccontare così il loro viaggio per farlo vedere agli amici a scuola e alla maestra. Si sentiranno importanti e sarà anche l’occasione per fargli rivivere in prima persona quell’esperienza una volta rientrati a casa!

A questo punto sarete pronti per affrontare il viaggio con le vostre piccole belve… Fateci sapere dove avete pensato di andare!

 

No Comments

Post A Comment