Note legali e Copyright
Tutti i contenuti disponibili sul sito WWW.THETRAVELJAM.COM possono essere pubblicati su siti terzi solo ed esclusivamente previa autorizzazione da richiedersi a mikyekiro@thetraveljam.com, con la condizione che in caso di accettazione venga indicato l'autore come appare sul presente sito, e si faccia espressamente riferimento a WWW.THETRAVELJAM.COM come fonte. Qualsiasi violazione del diritto d'autore sarà perseguita ai sensi di legge, sia in sede penale che civile.
 

Mountain Bike Freeride

S e vi trovate a Cortina, sulle Dolomiti, affittate un casco, delle ginocchiere e una bici da discesa – una Mountain Bike Freeride – (40 euro al giorno circa). Poi andate alla funivia del Faloria e salite. Da su inizia la Superpanorama Freeride, uno dei percorsi di MTB più spettacolari al mondo, quasi interamente in discesa, mentre per salire si usano gli impianti attrezzati del Faloria e del Cristallo.

DSC00579

Due tracciati, di 4 o 6 ore, di pura adrenalina e paesaggi mozzafiato, tra ripidi sentieri, ghiaioni, fiumiciattoli e cascate, che toccano oltre a Faloria anche Rio Gere, il Monte Cristallo e la Val Padeon.

Si parte direttamente dal centro di Cortina con la funivia Faloria, si possono comodamente caricare le bici direttamente in cabina. Appena arrivati su capiamo perchè alcuni “colleghi” di freeride avessero caschi tipo e tutta l’attrezzatura da motocross… Il primo tratto in discesa fino a Rio Gere è quasi tutto su ghiaione e non è per tutti, ma appena presa un po’ di dimestichezza e aver compreso che la bici è fatta apposta per questi tracciati, si va che è una meraviglia!

DSC02512

Arrivati a Rio Gere saliamo sulla seggiovia del Monte Cristallo. Le bici si mettono dietro e il personale è assolutamente abituato. All’arrivo a Son Forca abbiamo iniziato la discesa che ci ha portati verso la Val Padeon. E qua sono iniziati i problemi: se all’inizio ci eravamo rincuorati vedendo una vallata dolce e scenografica, l’ultimo tratto della Val Padeon è stato davvero duro e pericoloso… Adrenalina pura!

Alcuni punti richiedevano infatti particolare abilità, mentre altri sono per tutti. Per i meno esperti si consiglia di limitare il giro fino a Rio Gere per poi tornare – in direzione Mietres/Verocai – direttamente a Cortina. Inoltre, sull’altro versante, quello delle Tofane e delle Cinque Torri, ci sono altrettanti tracciati.

DSC02513

Se volete conoscere di più su Cortina e i suoi dintorni, consultate il nostro viaggio cliccando qui.

www.cortinabike.dolomiti.org