Note legali e Copyright
Tutti i contenuti disponibili sul sito WWW.THETRAVELJAM.COM possono essere pubblicati su siti terzi solo ed esclusivamente previa autorizzazione da richiedersi a mikyekiro@thetraveljam.com, con la condizione che in caso di accettazione venga indicato l'autore come appare sul presente sito, e si faccia espressamente riferimento a WWW.THETRAVELJAM.COM come fonte. Qualsiasi violazione del diritto d'autore sarà perseguita ai sensi di legge, sia in sede penale che civile.
 

Cortina d’Ampezzo Inverno

Abbiamo da sempre una grande passione per Cortina, uno dei pochi luoghi dove torniamo sempre con gioia, sia d’estate (non perdete il nostro viaggio Cortina d’Ampezzo – Estate) che d’inverno, infrangendo così la nostra abitudine di voler esplorare posti sempre nuovi e sconosciuti cambiando quasi sempre meta.

cortina d'ampezzo inverno

Cortina d’Ampezzo Inverno è una raccolta di nostri consigli su cosa fare sia con gli sci ai piedi sia se si cerca solo un po’ di relax contornati dalla neve. A scapito di quanto si possa pensare, noi amiamo Cortina non tanto per il suo aspetto salottiero e snob (siamo sempre stati poco mondani!) quanto per la straordinaria bellezza delle sue montagne che rendono la Perla delle Dolomiti, com’è chiamata, uno dei posti ad alta quota più spettacolari del pianeta.

cortina d'ampezzo inverno

Ciononostante, dopo una giornata di sci il piacere di appendere casco e tuta, vestirsi bene e uscire a fare una passeggiata lungo la pedonale Corso Italia, all’ombra del famoso campanile, tra gallerie d’arte e boutique di lusso, per poi prendere un aperitivo in uno dei locali ed enoteche più alla moda, è sicuramente un valore aggiunto!

cortina d'ampezzo inverno

Per non parlare dei suoi numerosi eventi, dalla fashion week alla Coppa del Mondo di Sci femminile, da Cortina Winter Polo che si tiene ogni anno nelle splendida cornice di Lago Misurina alle varie freeride challenge che sono diventate ormai un appuntamento fisso, per finire con i concerti e le iniziative culturali. Ed è proprio per questo mix tra mondanità, paesaggi splendidi e divertimento che Cortina d’Ampezzo – unica italiana – si è aggiudicata un posto in Best of the Alps, il marchio di qualità che contraddistingue i 12 mountain resort più esclusivi dell’arco alpino.

A Cortina si scia bene anche se una premessa è d’obbligo. Le sue piste, pur molto belle e panoramiche, purtroppo non sono ben collegate e per questo potrebbero sembrare non all’altezza di una località tanto blasonata. Basti pensare al non lontano comprensorio sciistico Sella Ronda (comunque raggiungibile anche da Cortina in meno di 1 ora di auto) dove, senza mai ripetere la stessa pista, si scia tutto il giorno toccando i gioielli invernali di Canazei, Corvara, Arabba e Colfosco. Lì si va, pero, soltanto per sciare con al massimo una breve sosta per una birra e un panino in baita. Si torna in albergo stanchi e si va a letto, anche perché all’infuori dello sci non c’è nulla da fare. Beh, ecco, questo non è lo stile di vita cortinese!

cortina d'ampezzo inverno

La Perla delle Dolomiti invoglia ad una vita più comoda e godereccia. La maggior parte dei villeggianti va sulle piste sul tardi, si ferma spesso nelle bellissime baite per un bombardino o una sacher, per prendere il sole sulle sdraio e godersi il panorama. Un grande vantaggio che controbilancia i collegamenti non proprio eccelsi delle piste è anche la scarsa quantità di sciatori, tranne nel periodo di Capodanno. Cosa non da poco in quanto più si è esperti e più è piacevole scendere giù in libertà senza dover dribblare centinaia di ostacoli umani. Ecco, a Cortina potete stare tranquilli. Poche code sugli impianti, molto spazio, soprattutto se si va sulle piste ad alta quota, e – non ci stancheremo di ripeterlo – baite e viste da urlo! E diventa ancor meglio con il brutto tempo, perché la metà dei visitatori di Cortina sembrano allergici alle condizioni atmosferiche avverse e così se si annuvola o inizia a nevicare si rifugiano al chiuso, intorno alle stufe dei ristoranti o nelle piscine degli alberghi, lasciando l’intera montagna ai veri sportivi. Esageriamo, naturalmente, ma solo un po’!

cortina d'ampezzo inverno

Se optate per un viaggio a Cortina in inverno avete due opzioni: affittare un appartamento o andare in albergo, entrambe validissime. Il meraviglioso stile di arredamento “ampezzano”, fatto di legni lavorati, vetrate che esaltano le montagne circostanti, tessuti e accessori che creano ambientazioni calde e accoglienti è quasi onnipresente. In ogni caso, per godersi al meglio il posto bisogna alloggiare in centro o comunque nelle immediate vicinanze, per non dover prendere l’auto la sera. La distanza a piedi da Corso Italia è fondamentale.
Gli hotel sono tanti e per tutte le tasche, dal lussuosissimo Cristallo, leggermente decentrato, e Grand Hotel Savoia, ai classici e davvero belli Ancora e Bellevue, oltre a numerosi Meublè, i tipici B&B di montagna. Insomma, è una questione di gusti e disponibilità, però difficilmente vi troverete male.

cortina d'ampezzo inverno

La sera è praticamente un must il rito dell’aperitivo in uno dei locali che ravvivano le notti cortinesi, da Villa Sandi, in Largo Poste, alla adiacente LP 26 Prosciutteria o La Suite, proprio sotto il campanile. Per i buongustai Cortina è un luogo incredibile, per la quantità di eccellenti ristoranti e la qualità del cibo, tanto che l’elenco è pressoché infinito, dal Tivoli a Baita Fraina (alta cucina), Leone e Anna per chi vuole un sardo sulle Dolomiti, Lago Ghedina, Al Passetto per la pizza e poi tutti i rifugi, da Scoiattoli al Camineto, sembra che tra le montagne cortinesi si faccia la gara a chi ha la cucina più buona. In poche parole, ovunque andate mangerete divinamente! Per un cornetto e cappuccino (o tè e pasticcini) invece c’è lo storico Lovat, sul corso.

cortina d'ampezzo inverno

E ora arriviamo alla questione più importante, lo sci. Le aree dove sciare a Cortina si trovano, per semplificare, su tre montagne diverse.

Tofane

La prima sono le Tofane, che sovrastano Cortina da ovest, un gruppo di cime impressionanti che toccano i 3.245 metri. Si sale in quota con la cabinovia “Freccia del cielo” direttamente dal paese (la partenza è accanto allo Stadio del Ghiaccio) o, in alternativa, con le seggiovie di Socrepes, località sovrastante il centro (5 minuti in auto), ai piedi delle piste, dove si trovano la maggior parte delle scuole sci per bambini ed è un luogo caratterizzato da chiasso, caos e madri agitate nel vedere i propri piccoli fare per la prima volta o spazzaneve.

cortina d'ampezzo inverno

Sciare sulle Tofane è una straordinaria esperienza visiva. Tutte le piste affacciano sulla vallata e su Cortina, con sullo sfondo il gruppo del Monte Cristallo. La maggior parte sono rosse, mentre per gli espertissimi ci sono alcune ottime nere come la “Forcella rossa”, la “Vertigine bianca” e la “Labirinti”. Più si sale e più il paesaggio diventa mozzafiato, contornato da pareti rocciose su cui è possibile avvistare i camosci che osservano gli sciatori.

cortina d'ampezzo inverno

Il nostro rifugio preferito è quello di Pomedes, a 2203 metri. Togliete gli sci e godetevi un bombardino sullo splendido terrazzo con le Dolomiti ai vostri piedi. Ottima la cucina e accogliente l’atmosfera all’interno, Se dovete prenotare un tavolo, chiedete uno vicino alle grandi finestre lato vallata. Mentre degustate i tipici casunzei al caldo avrete la sensazione di essere atterrati in cima alle montagne. Nella parte bassa delle piste, invece, sulla destra rispetto alla seggiovia Tondi, si trova il rifugio Col Taron, altro luogo da non perdere, per la musica e l’atmosfera allegra. All’ora di pranzo è sempre pieno.

Faloria – Cristallo – Mietres

cortina d'ampezzo inverno

La seconda area sciistica si trova sul lato opposto rispetto alle Tofane ed è quella di Faloria – Cristallo – Mietres. Si arriva sulle piste o con la funivia Faloria, che parte direttamente dal centro di Cortina, accanto all’autostazione, oppure in auto, percorrendo una decina di chilometri fino al parcheggio alla partenza degli impianti di Rio Gere, cosa che di solito preferiamo. Belle, varie e divertenti le piste del Faloria, soprattutto la “Vitelli” e la “Franchetti” che sono sicuramente le più impegnative.

cortina d'ampezzo inverno

Di fronte, sul magnifico Monte Cristallo, invece, oltre all’omonima panoramicissima e lunghissima pista che parte dal Rifugio Son Forca (2235 metri) per arrivare a valle a Rio Gere, da dove si risale sull’impianto moderno e veloce, si trova anche la Forcella Staunies, la pista nera più ripida non solo delle Dolomiti ma di tutte le Alpi.

cortina d'ampezzo inverno

Con una pendenza di 64 gradi questo canalone racchiuso tra le pareti rocciose è davvero da brivido. Da provare, se siete fortunati di trovare gli impianti aperti, dato che sono in funzione solo quando le condizioni metereologiche lo permettono. Per fortuna appena si scende dalla seggiovia del Cristallo già si vede se è in funzione.

Mietres è la località più bassa dell’area, accessibile direttamente da Cortina e precisamente da Verocai, con piste corte e facili, che ospita anch’essa, come la sorella Socrepes, scuole di sci per bambini.

Cinque Torri

La terza e ultima area si chiama Lagazuoi – 5 Torri. A differenza delle Tofane e di Faloria-Cristallo essa non è raggiungibile da Cortina, ma bisogna percorrere una quindicina di chilometri in direzione Passo Falzarego.
cortina d'ampezzo inverno

Questo comprensorio sciistico è molto piacevole e di media difficoltà. Si estende fino all’Armentarola, Passo Giau e oltre, tanto che qui vengono molti sciatori anche dalla Val Gardena o dall’Alta Badia. Da non mancare le cascate di ghiaccio lungo la pista dell’Armentarola.

Il paesaggio, a nostro avviso, pur bello, non ha nulla da vedere con lo spettacolo mozzafiato delle piste affacciate sulla conca ampezzana, ad eccezione dell’area circostante le Cinque torri, uno dei simboli di Cortina. Infatti, vale la pena venire qui solo per loro, per ammirarle e sciare nelle vicinanze. Splendido il Rifugio Scoiattoli (2280 metri), dove oltre a mangiare bene, a pranzo e persino a cena, potrete fare un’esperienza unica: un bagno nella loro vasca botte di acqua calda all’aperto. Potrete rilassarvi, bevendo champagne con vista sulle Dolomiti.

Quando abbiamo deciso di farla, siamo arrivati in macchina alla partenza della seggiovia Cinque torri e siamo abbiamo sciato tutto il giorno in attesa del tramonto. Volendo, prenotando la vasca, si può arrivare anche sul tardi, prima della chiusura della seggiovia alle 16.30 e poi riscendere con la motoslitta. Comunque verso le quattro del pomeriggio il rifugio, uno dei più frequentati e affollati di questa parte delle Dolomiti, iniziava a svuotarsi e dopo una mezz’ora siamo rimasti solo noi e pochi altri ospiti.

cortina d'ampezzo inverno

La vasca è circondata dalla neve, a una ventina di metri dalla baita, e il suo comignolo contrasta con le magnifiche sagome delle Torri illuminate dal tramonto. Quel giorno faceva davvero freddo. Il proprietario aveva già da qualche tempo acceso la legna, perché la botte funziona come una gigantesca pentola, dove il fuoco mantiene la temperatura costante. Mancava solo metterci dentro qualche patata e carota! Ci hanno accompagnati negli spogliatoi dove ci attendevano delle grandi pellicce con cui avvolgerci. La botte era pronta, tutta per noi se volevamo anche fino a mezzanotte.

Trovarsi in costume e ciabatte ad oltre 2000 metri di altezza con meno 5 gradi, contornati dalla neve, pur se avvolti nelle pellicce, è una sensazione alquanto bizzarra. Immergendoci, l’acqua era piacevole e talmente calda che ogni cinque minuti dovevamo uscire a fare un giro sulla neve per raffreddarci, tra risate e stupore. Abbiamo anche gustato un delizioso aperitivo a base di champagne (compreso nel prezzo) e piccoli panini di puccia serviti su un vassoio galleggiante! E per finire in bellezza non ci siamo sottratti a una spericolata discesa notturna con gli sci fino al parcheggio a valle.

Sciare coi bambini

Per chi ha bambini le scuole di sci non mancano, ma con la Scuola Sci Happy Ski Cortina si è creato un feeling meraviglioso, forse perchè condizionati dal grande coinvolgimento e piacere con cui Alex ha sciato con loro per l’intera settimana!

cortina d'ampezzo inverno

Sciano in tutte le aree sciistiche portando i bambini a provare ogni tipo di pista e alternando le lezioni tradizionali a gite vere e proprie dove ammirare paesaggi naturalistici (come le Cascate di ghiaccio dell’Armentarola) e percorsi storici (come i sentieri della Grande Guerra), il tutto con maestri divertenti e molto preparati.
cortina d'ampezzo inverno

E in più…

Nelle vicinanze sono degne di nota il Lago Ghedina (10 minuti in macchina dal centro) e il Lago Misurina (nei pressi del quale si possono fare delle passeggiate con motoslitte fino alle Tre Cime di Lavaredo) e il Passo Falzarego.

Cortina d'ampezzo inverno

Infine, come abbiamo già scritto, Cortina d’inverno non è solo sci. Visitate www.cortina.dolomiti.org dove troverete di tutto per una vacanza indimenticabile. E ricordate, qui non si tratta di un resort sciistico ma di uno stile di vita, di una filosofia che rende inevitabile innamorarsi di queste montagne uniche al mondo!

Buona sciata!