Note legali e Copyright
Tutti i contenuti disponibili sul sito WWW.THETRAVELJAM.COM possono essere pubblicati su siti terzi solo ed esclusivamente previa autorizzazione da richiedersi a mikyekiro@thetraveljam.com, con la condizione che in caso di accettazione venga indicato l'autore come appare sul presente sito, e si faccia espressamente riferimento a WWW.THETRAVELJAM.COM come fonte. Qualsiasi violazione del diritto d'autore sarà perseguita ai sensi di legge, sia in sede penale che civile.
 
islanda on the road

Islanda on the road – La mappa del nostro tour faidate

  |   Consigli di viaggio, Europa, On the road, Travel   |   No comment

L’Islanda on the road è un viaggio da fare almeno una volta nella vita. Vi lascerà un bagaglio di emozioni indescrivibile. Tutte insieme, condensate in pochi giorni, ma che rimarranno indelebili a lungo.

Che lo vogliate fare in macchina, in camper, in bicicletta o in autobus, prendete appunti perchè le tappe che abbiamo programmato si sono rivelate vincenti.

Siamo arrivati a Reykjavik da Stoccolma il 20 agosto (era la Notte della Cultura 2016) e siamo ripartiti il 30 agosto con volo diretto per l’Italia.

Per tutte le info e le foto del nostro viaggio in Islanda on the road non perdetevi il

RACCONTO DI VIAGGIO!!!

 

Ecco le tappe e le mappe del nostro giro dell’Islanda on the road!

 

1. Reykjavik

islanda on the road

A meno che non siate arrivati via nave (e in quel caso il porto di attracco è da tutt’altra parte), chiunque arrivi in Islanda lo fa in aereo e precisamente all’aeroporto di Keflavik, a circa 40km dalla capitale. Non possiamo dire che sia la capitale europea più bella che abbiamo mai visto ma è sicuramente molto interessante e dato che qui ci vive circa il 70% dei 300.000 islandesi, merita una visita almeno per capire dove si è arrivati.

A Reykjavik abbiamo affittato un appartamento in pieno centro e ci siamo trovati molto bene, ma si potrebbe anche soggiornare fuori città. le distanze comunque sono ridotte e il traffico quasi inesistente.
 

2.  Grundarfjörður

islanda on the road

Posizionato sulla costa nord della Penisola di Snæfellsness, Grundarfjörður è un piccolo e tranquillo paesino di pescatori. Un’altra attività della zona è il Whale Watching, ma se seguirete il nostro giro vi consigliamo di aspettare di arrivare ad Husavik per le balene.

Il nostro tragitto prevedeva l’intera circumnavigazione della Penisola e così facendo siamo arrivati a destinazione intorno alle 19 dopo aver fatto innumerevoli soste lungo la strada. Abbiamo soggiornato all’Hotel Framnes.

Tappe intermedie: Borgarnes – Cratere Eldeborg – Spiaggia di Ytri Tunga – Arnarstapi – Spiaggia di Djúpalónssandur – Cratere di Saxholl – Olafsvik.
 

3. Glaumbær

islanda on the road
Il tragitto fra Grundarfjördur e Glaumbær non è così interessante come quello del giorno prima, infatti abbiamo fatto un po’ meno soste lungo la strada. Il paesaggio cambia radicalmente appena si lascia la Penisola di Snæfellsness e da Budarladur in poi si vedono molte aziende agricole e i cavalli sono ovunque.

La nostra mèta per la notte era la guesthouse Sydra-Skörðugil, una fattoria con scuderia annessa, a pochi minuti da Varmahlid e vicinissima alle case dal tetto d’erba di Glaumbær.

Tappe intermedie: Museo degli Squali – Stykkisholmur – Selasetur – Blonduos.
 

4. Husavik

islanda on the road

Dopo esserci fatti una passeggiata a cavallo di un paio d’ore abbiamo ripreso il nostro viaggio in direzione Husavik dove avremmo finalmente visto le balene nel pomeriggio (o almeno lo speravamo tanto visto che nessuno ti può garantire l’avvistamento).

La nostra destinazione finale era a 10km a nord di Husavik e si tratta della scenografica guesthouse Tungulending, da non mancare.

Tappe intermedie: Akureyri – Cascata Godafoss.
 

5. Lago Myvatn

islanda on the road

Da Husavik a Myvatn con la strada più veloce ci si mette meno di 1 ora, ma noi abbiamo deciso di fare un altro giro per spingerci più a nord per poi scendere lungo il canyon su cui ci sono molte interessanti località. Abbiamo quindi continuato lungo la strada 85 per poi svoltare sulla 864 verso Dettifoss.

A Myvatn abbiamo soggiornato 2 notti nel paese di Reykjalid e precisamente all’Hlid Guesthouse, una multitasking accommodation: camping, bed&breakfast, ostello e cottages. Nulla di speciale a dire il vere ma la posizione era ottima ed è stato davvero impossibile trovare un’alternativa.

Il secondo giorno anzichè rimanere nei dintorni ci siamo diretti ad Askja, il luogo più magico di tutta l’Islanda. Per sapere di cosa si tratta, non perdetevi il nostro RACCONTO DI VIAGGIO!

Tappe intermedie: Parco Nazionale Jokulsargljufur – Cascata Hafragilsfoss - Cascata Dettifoss – Solfatare di Hverir – Jardbodin (Myvatn Natural Bath) – Cratere Askja.
 

6. Egilsstadir

islanda on the road

Riprendendo la strada 1 verso est si arriva in poco meno di 2 ore a Egilsstadir, la cittadina più grande di questa parte di Islanda, ottimo punto di partenza per visitare i Fiordi dell’Est.

Il più interessante è sicuramente Seydisfjordur, che è anche il porto da cui partono e arrivano le navi dall’Europa.

Tappe intermedie: La Fattoria Saenautassel – Seydisfjordur.
 

7. Jökulsaron

islanda on the road

Da Egilsstadir alla Laguna di Jokulsarlon si attraversano tutti i Fiordi dell’Est per poi proseguire lungo la costa e passando per Hofn. La nostra destinazione finale era la Gerdi Guesthouse a soli 10 minuti dall’attrazione più cool della zona: la Laguna Ghiacciata.

Tappe intermedie: Reydarfjordur – Breidalsvik – Djupivogur – Hofn.
 

8. Hvolsvollur

islanda on the road

Non pensate che ci sia qualcosa da vedere a Hvolsvollur. E’ la tappa perfetta solo grazie alla posizione e alla distanza dalla Laguna. E poi perchè, forse proprio per via che non c’è niente, è un luogo piuttosto economico rispetto a tutto il resto dell’Islanda.

Si tratta della classica tappa per pernottare e riposarsi dopo una lunga giornata di avventure e spettacolari paesaggi nel sud dell’Islanda. Noi abbiamo dormito all’Hotel Hvolsvollur e ci siamo trovati benissimo.

Tappe intermedie: Laguna di Fjallsárlón – Il Ghiacciaio Svinafellsjökull – La spiaggia di Hjorleifshofdi – Vik – Il relitto del DC3 – Cascata Skogafoss – Cascata Seijalandsfoss.
 

9. Geysir

islanda on the road

Geysir si trova nel bel mezzo del Golden Circle ed è il luogo dove si può ammirare il geyser Strokkur, i suoi spruzzi raggiungono i 35mt di altezza e si fanno vedere ogni 8-10 minuti circa.

Il Circolo d’Oro è il luogo più turistico d’Islanda ma non immaginatevi orde di gente che si accalca per vedere queste meraviglie. Qua l’affollamento non esiste e la quantità di turisti è sempre molto contenuta. Certo è che venendo da luoghi isolati come quelli visitati prima, vi sembrerà di provare un leggero fastidio! :)

Abbiamo pernottato al Mengi Kjarnholt Bed & Breakfast, una guesthouse a conduzione familiare a pochi chilometri da Geysir, contornata da cavalli e percorsa da un fiume che scorre lentamente fino a valle.

Tappe intermedie: Parco Þingvellir – Geysir – Cascata Gullfoss.
 

10. Aeroporto di Keflavik

islanda on the road

Prima di concludere il nostro viaggio in Islanda on the road e raggiungere quindi l’Aeroporto di Keflavik, ci siamo fermati nuovamente a Reykjavik per un ultimo giro della città!

Tappe intermedie: Fluidir – Selfoss.

 

NON PERDERTI IL NOSTRO RACCONTO DI VIAGGIO ISLANDA DOVE TROVERAI ANCHE TUTTE LE FOTO!
 
 

No Comments

Post A Comment