Note legali e Copyright
Tutti i contenuti disponibili sul sito WWW.THETRAVELJAM.COM possono essere pubblicati su siti terzi solo ed esclusivamente previa autorizzazione da richiedersi a mikyekiro@thetraveljam.com, con la condizione che in caso di accettazione venga indicato l'autore come appare sul presente sito, e si faccia espressamente riferimento a WWW.THETRAVELJAM.COM come fonte. Qualsiasi violazione del diritto d'autore sarà perseguita ai sensi di legge, sia in sede penale che civile.
viaggio in islanda

Islanda low cost: 5 consigli per non spendere una fortuna

  |   Consigli di viaggio, Estate, Europa, On the road, Travel   |   No comment

Chiunque abbia fatto o stia preventivando un viaggio in Islanda si sarà reso conto da subito quanto questo paese sia caro rispetto alla maggior parte del resto del mondo.

Ma ci sono alcuni accorgimenti che si possono adottare per “limitare i danni” e fare un viaggio in Islanda low cost o perlomeno non spendere una vera e propria fortuna!

islanda low cost

Attenzione però, non vogliamo indorarvi la pillola e dirvi che l’Islanda non sia cara, lo è e pure tanto, ma siccome l’abbiamo amata a dismisura e la riteniamo uno dei luoghi che non si possono mancare nella vita, dopo esserci stati e averla girata in lungo e in largo abbiamo capito che qualche modo per risparmiare e renderlo un viaggio abbordabile esiste.

Ti potrebbe interessare anche “10 consigli per organizzare un viaggio in Islanda“]

Ecco i nostri 5 consigli su come risparmiare in Islanda facendo un classico viaggio on the road.

1. Voli low cost

islanda low cost

Innanzitutto bisogna considerare che l’Islanda per quanto sia una terra “estrema”, non è poi così lontana dall’Italia e questo incide sensibilmente sulle ore di volo (poco più di 4 da Roma) e quindi sul costo del biglietto. La compagnia low cost islandese, la WOW, assicura voli diretti da Milano a Reikjavik a prezzi accettabili. In alternativa si può pensare di prendere un’altra low cost come Ryan Air per fare una tappa intermedia e risparmiare qualcosa grazie allo scalo. Noi ad esempio ci siamo fermati 2 notti a Stoccolma!

2. Noleggio auto

islanda low cost

Una volta toccato il suolo islandese la prima incombenza a cui ottemperare per una viaggio fai da te è il noleggio della macchina. Molti credono che per girare l’Islanda sia necessario un 4×4 ma non è così. Con una macchina normale, anche piccolina ed economica, si può girare tutto il “ring” ovvero la strada 1 che circonda tutto il perimetro dell’isola e che vi porterà nel 90% delle attrazioni islandesi da non mancare. Ci sono poi alcune strade (soprattutto quelle interne) che si possono percorrere solo con il 4×4 ma si tratta di percorsi estremi che possono essere fatti grazie a dei tour organizzati in loco.

3. Mai all’avventura

islanda low cost

Una volta che si è ritirata la macchina al noleggio, la seconda necessità è sicuramente raggiungere la prima sistemazione per la notte. Vi consigliamo però di non andare all’avventura e di organizzare tutte le tappe in anticipo. Le strutture ricettive infatti sono sottodimensionate rispetto ai picchi turistici del periodo estivo e riducendosi all’ultimo momento si rischia di trovare pochissima scelta e prezzi molto più alti. Le occasioni per risparmiare un po’ nella prenotazione di alberghi, guesthouse o ostelli è di affidarsi a sistemi di prenotazione on line o dirittura a AirBnb che è abbastanza diffuso.

4. Mangiare in viaggio

islanda low cost

Uno dei momenti più scioccanti di un viaggio in Islanda (per le finanze) è sicuramente quando si deve bere e mangiare.

Sia che si tratti del ristorante sia di un semplice autogrill o supermercato, i generi alimentari in Islanda costano davvero cari: almeno un 30% in più rispetto all’Italia. Ma questo è assolutamente normale se si pensa che su questa terra non cresce quasi nulla. Fra vulcani e ghiaccio infatti la superficie agricola è davvero ridotta e quasi tutto deve essere importato.

Nonostante questo abbiamo adottato alcune semplici accortezze che ci hanno permesso di “limitare i danni”. Sebbene i supermercati siano cari, la catena Bonus è secondo noi la più economica (non per altro il suo  logo rappresenta un mailaino salvadanaio!), quindi vi consigliamo di acquistare qui ogni genere alimentare. Il metodo migliore per risparmiare durante i vari spostamenti è quello di avere in macchina qualche busta della spesa fatta al supermercato. Questo permette di avere sempre con sé degli snack o il necessario per un pranzo veloce da consumare o in macchina o nelle aree picnic presenti lungo le strade.

5. … e cosa si fa per cena?

islanda low cost

Dal pranzo consumato on the  road passiamo all’ultimo consiglio di questo post che invece riguarda la cena. Il cibo islandese non è male, quindi andare ogni tanto al ristorante ve lo consigliamo, ma considerato che un pasto medio sta sui €50 a persona, ricordatevi che molte guesthouse e ostelli mettono a disposizione degli ospiti la cucina. Anche in questo caso, una spesa ben fatta preventivamente vi può salvare!

Se ti è piaciuto questo post sull’Islanda Low Cost, non perdete il nostro RACCONTO DI VIAGGIO IN ISLANDA!

No Comments

Post A Comment