Note legali e Copyright
Tutti i contenuti disponibili sul sito WWW.THETRAVELJAM.COM possono essere pubblicati su siti terzi solo ed esclusivamente previa autorizzazione da richiedersi a mikyekiro@thetraveljam.com, con la condizione che in caso di accettazione venga indicato l'autore come appare sul presente sito, e si faccia espressamente riferimento a WWW.THETRAVELJAM.COM come fonte. Qualsiasi violazione del diritto d'autore sarà perseguita ai sensi di legge, sia in sede penale che civile.
 
fare una crociera

Mai pensato di fare una crociera? Noi no, ma alla fine…

  |   Consigli di viaggio, Crociera, Europa, Travel   |   No comment

Eravamo davvero scettici sulle crociere. Da amanti dell’avventura e dei viaggi individuali, ci sembrava roba da pensionati con l’artrosi a cui piace girare il mondo senza assaporarne la vera essenza. Ci inorridiva l’idea di venire “scaricati” ogni mattina come un gregge al momento dell’attracco della nave, per poi gironzolare senza méta per poche ore prima di risalire a bordo e buttarsi sugli infiniti buffet e le sale gioco.
 

Fare una crociera è l’ultimo dei vostri pensieri? Vi capiamo perfettamente!

 
fare una crociera
Nonostante i nostri dubbi e i preconcetti, avevamo però una certa curiosità e così, tra l’offerta davvero vasta di crociere in ogni parte del globo, abbiamo deciso – su consiglio di un amico esperto – di provare quella nei Fiordi norvegesi che, a dell’amico, era la più bella, la meno caotica (il costo è decisamente più elevato rispetto alle altre) e con il miglior rapporto qualità–prezzo. Ma quello che ci convinse di più era il fatto che la Norvegia, terra di grande bellezza ma alquanto impervia per essere girata comodamente in auto, dà il meglio di sé vista dal mare (o, meglio, dai fiordi).
 

Si parte!

La scelta della compagnia cadde su Costa Crociere, con partenza a fine giugno, per 7 giorni. Era il giro più breve, quello che tocca la capitale Oslo, le città di Bergen e Stavanger, il villaggio di Flam e il fiordo più famoso, Geiranger. Eravamo terrorizzati dal rimanere più di una settimana tra circondati solo da mare, pratoni, fiori e natura incontaminata… ma ci sbagliavamo! Vi basti solo sapere che alla fine della crociera avremmo voluto continuare per la successiva, tanto eravamo entusiasti e soddisfatti. Inoltre, se avessimo scelto quella più lunga, ci saremmo spinti ancora più a nord, fino alle Isole Lofoten, luogo assolutamente magnifico.
 
fare una crociera
Solo chi, come Kiro, ha fatto il servizio militare, può capire il vincente aspetto psicologico della crociera. Tutto è organizzato alla perfezione, sincronizzato e regolamentato, tanto da non dover pensare a nulla. Si fa colazione e si cena all’ora prestabilita, si scende e si sale dalla nave in un momento determinato della giornata, le escursioni organizzate sono puntualissime, non ci sono mai file, ne all’imbarco ne allo sbarco. Può sembrare angosciante, ma provarlo è un’esperienza di vero relax, fisico e psicologico. Unico vero neo è l’onnipresente cibo, a qualsiasi ora, compresi i buffet di mezzanotte, che incidono drasticamente sulla linea. Però c’è la palestra con una gran quantità di tapis roulant per tutti e tantissimo intrattenimento… Pensano davvero a tutto!
 

Che pacchia!

Nell’immensa hall di quattordici piani gli ascensori a vista vanno su e giù di continuo e la varietà di passeggeri di ogni nazionalità e formazione, da giovani coppie a famiglie fino ai pensionati, fanno sembrare la nave una piccola città.
 
fare una crociera
Noi avevamo una stanza con balcone, cosa raccomandabilissima anche per godersi il sole che tramonta a mezzanotte mentre la nave scivola sulle calme acque del Mare del Nord contornata da isole e isolotti. E poi, svegliarsi ogni mattina in un posto nuovo non è poi tanto male!
 
Perciò provatela almeno una volta, noi ci siamo ripromessi prima o poi di farne un’altra…

Suggerimenti?

 
E se volete conoscere l’itinerario della nostra crociera, non perdetevi il Racconto di Viaggio in Norvegia.
 

No Comments

Post A Comment